-->  Motomondiale 2019: MotoGP= Uno strepitoso Marquez vince su Rins e Vinales, Dovizioso 4° Rossi 6° - Moto2= Domina Baldassarri su Navarro e Fernandez - Moto3= Vince Antonelli su Suzuki e Vietti  Clicca qui per la Guida Servizi e la Circolare Gare FMI del 2019 - Assoluti d'Italia Enduro: Daniel McCanney si aggiudica la quarta prova di stagione - Mondiale Motocross: a Mantova Cairoli fa doppietta e resta leader nel mondiale - Mondiale SBK 2019: la 5^ Prova si conclude con la vittoria di Rea in gara-1 e gara-2 annullata per pioggia - Davide Guerrieri vince della 3^ Prova Under/23-Senior Enduro   <--

Notizie Stampa

Link

Buatista-AssenE sono dieci. Alvaro Bautista non si ferma più. Anche nell’Università del motociclismo lo spagnolo conquista il successo di manche nel quarto round del Mondiale 2019 di Superbike, facendo sua gara-1 in sella alla Ducati Panigale V4 R. Una vittoria da uomo solo al comando, partendo a fionda e controllando il vantaggio rispetto alla concorrenza. Niente da fare per il campione del mondo in carica Jonathan Rea sulla Kawasaki (+3″130), che si è dovuto accontentare del secondo posto a precedere l’olandese Michael van der Mark sulla Yamaha a 4″934. Completano la top-5 l’altra R1 di Alex Lowes (+5″745) e l’altra Kawasaki del britannico Leon Haslam (+10″859).

Solo settimo sulla Panigale ufficiale il gallese Chaz Davies (+17″001) mentre il nostro Marco Melandri (Yamaha) ha concluso 12° a 38″777, dopo una qualifica molto negativa. Per Bautista è record, visti i 10 centri ottenuti.

LA CRONACA – Pronti via e Bautista cerca subito di prendere il largo con la sua Rossa mentre Rea si produce in un primo giro da urlo portandosi subito in quarta piazza alle spalle di van der Mark. 12 vittorie su questa pista non sono state ottenute per caso e Johnny si ritrova in scia alla BMW di Reiterberger (terzo). A seguire, van der Mark (quarto) deve guardarsi dall’arrivo della Kawasaki di Haslam e del compagno di team, in sella alla Yamaha, Lowes. Sei piloti racchiusi in 2″2 nelle prime fasi mentre Davies orbita in decima posizione e Melandri in dodicesima con una R1 ancora enigmatica per lui.

Ai -14 Rea rompe gli indugi e si prende il secondo posto, all’inseguimento della Ducati dell’iberico. Reiterberger deve fare i conti con van der Mark che fa i numeri per tenere il passo ma conquista il terzo gradino del podio. Ottima la progressione di Davies risalito in settima posizione. Decade la BMW e il teutonico è costretto a subire i sorpassi di Lowes e della Kawasaki di Haslam. Dal canto suo Bautista tiene un ritmo decisamente confortante di 1’35” alto, gestendo un vantaggio di 3″ su Rea. La top-5, nel susseguirsi delle tornate, si cristallizza e lo spagnolo sulla sua Panigale conduce in maniera autoritaria. Si consuma quindi il trionfo dell’ex centauro della classe regina in MotoGP davanti a Rea ed a van der Mark mentre Lowes resiste agli attacchi di un Haslam mai domo. Davies conclude settimo e Melandri 12°.

Allegati:
Scarica questo file (Classifica Gara1-4^ Prova.pdf)Classifica Gara1[ ]

In Evidenza

ShareThis

Visite

1831657

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.