-->  Motomondiale 2020:  GP Stiria: nella classe regina vince Oliveira seguito da Miller e Pol Espargarò, Rossi 9° . In Moto2 vince Bezzecchi su Martin e Gardner, Luca Marini leader del mondiale. In Moto3 vince Vietti seguito da Arbolino e Ogura - Mondiale SBK 2020: alla 4^ Prova ad Aragon, Gara1 vince Redding su Davis e Rea, Gara2 vince Rea che si riporta in testa al mondiale, seguito da Davis e Bautista   - Campionati It. Enduro 2020: ripartiti i Campionati l'8 Luglio con gli Assoluti a Carpineto - Mondiale Motocross 2020: GP di Lettonia sul circuito di Kegums il 12 Agosto, Tim Gajser si aggiudica Gara1 mentre in Gara2 domina Herlings - Campionato Reg. Enduro Puglia 2020: in attesa del nuovo calendario   <--

Notizie Stampa

Link

Vinales-AustraliaE’ il giorno di Maverick Vinales ad Assen (Olanda), sede dell’ottavo round del Mondiale 2019 di MotoGP. Lo spagnolo della Yamaha conquista il suo primo successo stagionale, vincendo in solitaria davanti alla Honda del fenomenale Marc Marquez (+4″854) e alla Yamaha Petronas del francese Fabio Quartararo (+9″738), sempre più convincente sulla M1. Andrea Dovizioso conclude in quarta posizione sulla Ducati (+14″147), dovendosi difendere dagli attacchi di Danilo Petrucci, sull’altra Rossa, poi infilato dall’altra Yamaha Petronas di Franco Morbidelli (+14″467). Notte fonda per Alex Rins (Suzuki) e soprattutto per Valentino Rossi, caduto in curva-9 insieme al giapponese Takaaki Nakagami.

Con questo risultato Marquez guadagna punti nei confronti di Dovizioso, portando a 44 lunghezze il vantaggio sul forlivese in classifica generale.

Partenza a fionda delle due Suzuki di Rins e di Mir, inseguite da Quartararo Marquez, Vinales e Dovizioso, autore di una grandissima partenza. Lo spagnolo della Suzuki, in testa, saluta però la compagnia quasi subito, scivolando in curva-9 e lasciando campo libero al suo giovane compagno di team. Mancano i riferimenti al centauro iberico e la scivolata arriva puntuale con Quartararo, Marquez, Vinales e il “Dovi” ad approfittarne. Purtroppo sparisce quasi subito anche Rossi, caduto insieme al giapponese Nakagami alla curva-9, secondo una dinamica tutta da chiarire.

Si forma un terzetto di testa con il giovanissimo transalpino a guidare la corsa, tallonato dal leader del campionato e da un Maverick molto deciso. La Yamaha del francesino manifesta segnali di squilibrio, mentre le prestazioni di Dovizioso decadono sensibilmente. Il forlivese, infatti, perde progressivamente contatto e Petrucci, Mir e Morbidelli si fanno minacciosi. A 10 giri dalla fine Quartararo è costretto a lasciare spazio ai due più esperti compagni di viaggio, accontentandosi del terzo posto. Il duello per la vittoria di tappa, quindi, si anima ed a sorpresa Vinales va via in fuga, confermando la bontà del proprio pacchetto su questo tracciato.

Il Top Gun quindi trionfa davanti al campione del mondo in carica, Quartararo, Dovizioso, Morbidelli, Petrucci, Crutchlow, Mir, Miller e al nostro Iannone, in una corsa che ha il sapore del riscatto per il centauro della Yamaha, rinato in Olanda: l’ultimo successo dell’iberico risaliva al GP d’Australia 2018.

Allegati:
Scarica questo file (Classifica MotoGp Assen.pdf)Classifica MotoGP[ ]

In Evidenza

ShareThis

Visite

2187227

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.