-->  Motomondiale 2020:  GP Stiria: nella classe regina vince Oliveira seguito da Miller e Pol Espargarò, Rossi 9° . In Moto2 vince Bezzecchi su Martin e Gardner, Luca Marini leader del mondiale. In Moto3 vince Vietti seguito da Arbolino e Ogura - Mondiale SBK 2020: alla 4^ Prova ad Aragon, Gara1 vince Redding su Davis e Rea, Gara2 vince Rea che si riporta in testa al mondiale, seguito da Davis e Bautista   - Campionati It. Enduro 2020: ripartiti i Campionati l'8 Luglio con gli Assoluti a Carpineto - Mondiale Motocross 2020: GP di Lettonia sul circuito di Kegums il 12 Agosto, Tim Gajser si aggiudica Gara1 mentre in Gara2 domina Herlings - Campionato Reg. Enduro Puglia 2020: in attesa del nuovo calendario   <--

Notizie Stampa

Link

Binder2020Nella giornata odierna, la pista di Brno è stata teatro del Gran Premio di Repubblica Ceca, terza tappa del Mondiale 2020 di MotoGP. Il successo è stato appannaggio di Brad Binder, al quale hanno fatto compagnia sul podio Franco Morbidelli e Johann Zarco. Andiamo a vedere come si è giunti a questo inaspettato risultato.

In tema di gomme tutti optano per mescola dura all’anteriore, mentre alla posteriore il campo partenti si divide equamente tra chi sceglie la morbida e chi la media. Alla partenza il poleman Johann Zarco (Ducati Avintia) scatta malissimo.

Sono le due Yamaha Petronas a porsi al comando, con Morbidelli che sopravanza Quartararo. Quest’ultimo viene infilato da Aleix Espargarò (Aprilia) nel corso della tornata iniziale, il che consente al ventiseienne romano di andare letteralmente in fuga! Il francese si riprende la posizione d’onore all’inizio del secondo passaggio, mettendosi all’inseguimento del compagno di squadra. Le due Yamaha ufficiali di Maverick Viñales e Valentino Rossi sono rispettivamente ottava e nona, mentre la Ducati di Dovizioso è quindicesima.

Aleix Espargaro scivola ben presto indietro, così alle spalle delle Yamaha Petronas si pone la Ktm di Brad Binder, seguito da Zarco e dall’altra Ktm di Pol Espargarò. Al terzo giro Rossi sorpassa Viñales, diventando ottavo, mentre Dovizioso è già risalito in undicesima piazza. Alla fine della terza tornata Iker Lecuona (Ktm Tech 3) attacca Joan Mir (Suzuki), ma scivola a terra e trascina il connazionale con sé. Gara finita per entrambi.

In testa Morbidelli continua a fare il ritmo, mantenendo un secondo di vantaggio sul tandem composto da Quartararo e Binder. Pol Espargarò si disfa di Zarco e diventa l’uomo più veloce in pista nel tentativo di ricucire il distacco che lo separa dal francese e dal sudafricano. Lo spagnolo riesce nel suo intento, ma l’impressione è che sia Quartararo a essere in difficoltà. Infatti il suo ritardo dalla vetta aumenta e, all’ottavo passaggio, Binder rompe gli indugi, prendendosi la seconda posizione.

All’inizio del nono giro Pol Espargarò entra largo alla prima curva. Zarco tenta di infilarsi, ma le due moto vengono a contatto e l’iberico finisce a terra. Il transalpino, invece, prosegue, ripetendo la manovra sul connazionale della Yamaha Petronas nella tornata seguente, senza tuttavia che vi siano contatti. Nel frattempo Alex Rins (Suzuki) e Rossi si sono portati in quinta e sesta piazza, mentre Viñales è in evidente difficoltà. A metà gara l’ordine è quindi Morbidelli, Binder, Zarco, Quartararo, Rins, Rossi, A. Espargarò, Oliveira, Viñales, Nakagami, Dovizioso.

Binder è scatenato e raggiunge Morbidelli, sopravanzandolo quando mancano nove giri al termine. Il sudafricano, che peraltro è uno di quelli che ha montato mescola media al posteriore, è scatenato e allunga immediatamente. Intanto Zarco riceve una long lap penalty come sanzione per il contatto con Pol Espargarò, ma rimane in terza piazza.

I primi tre appaiono cristallizzati, mentre alle loro spalle Quartararo è in enorme difficoltà e si trova minacciato sia da Rins che da Rossi. Il terzetto entra in bagarre, ma quando mancano cinque giri al termine il francese deve alzare bandiera bianca, lasciando poi strada anche alla Ktm di Oliveira. Nel finale l’attenzione è catalizzata dalla rimonta di Rins nei confronti di Zarco. Lo spagnolo aggancia il francese, che però si difende alla grande.

Dunque a Brno Brad Binder scrive doppiamente la storia, poiché mai prima di oggi nella classe regina si era registrato un successo della Ktm. Al tempo stesso, il Sudafrica non aveva mai primeggiato nella top class! Franco Morbidelli conclude secondo e sale sul podio per la prima volta nella classe regina. Dal canto suo Johann Zarco torna nella top-three per la prima volta dal GP di Malesia 2018. Rossi conclude quinto, Quartararo settimo, Dovizioso undicesimo e Viñales addirittura quattordicesimo.

Allegati:
Scarica questo file (Classifica MotoGP.pdf)Classifica MotoGP[ ]

In Evidenza

ShareThis

Visite

2187217

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.