-->  Motomondiale 2020:  Joan Mir Campione del Mondo. In Moto2 Enea Bastianini Campione del Mondo. In Moto3 Albert Arenas Campione del Mondo - Mondiale SBK 2020: Rea si aggiudica il titolo 2020, al 2° posto Redding, al 3° Davies   - Campionati It. Enduro: Pubblicato il Calendario 2021 - Mondiale Motocross 2020: Tim Gajser Campione del Mondo al 2° posto Seewer ed al 3° posto l'italiano Cairoli - Dakar 2021: tappa 8 Cornejo si conferma leader, Price si ritira   <--

Notizie Stampa

Link

Sakaka Dakar 2021A quattro giorni dalla fine della Dakar 2021, continua la sfida tra Honda e KTM con tutti i piloti delle due case presenti nella top 10. A spuntarla nella seconda parte della tappa Marathon è stata la casa giapponese con Ignacio Cornejo, che si conferma leader dell'assoluta. Ritiro invece per Xavier de Soultrait 

La Dakar 2021 prosegue senza un chiaro candidato alla vittoria. Oggi l’ottava tappa da Sakaka a Neom, composta di 334 chilometri di trasferimento e 375 di tratto selettivo, ha visto comunque confermarsi nella parte alta della classifica i “soliti noti”.

Attraversando canyon, dune e montagne di roccia marrone, la seconda parte della Marathon ha richiesto notevoli doti di navigazione, a spuntarla Ignacio Cornejo su Honda che, grazie alla vittoria odierna, si conferma leader della generale e aumenta il suo vantaggio sul pilota KTM Toby Price (2º di giornata) portandolo a 1’06’’.

“L'idea non era quella di vincere” confessa Cornejo, “ma è stato molto difficile tenere sotto controllo gli altri piloti perché erano molto lontani. Ora ho un po’ di vantaggio sul 2º  ma i tempi sono ancora molto stretti, quindi devo continuare con la stessa concentrazione. Cercherò di finire bene il lavoro, domani proverò ad aprire nel modo più pulito e a perdere il minor tempo possibile”.

È stato uno stage particolarmente difficile per il pilota australiano Price che ieri, durante la prima parte della tappa marathon (senza possibilità di avere assistenza die meccanici al bivacco), aveva danneggiato la ruota posteriore: non solo è riuscito a ripararla con una serie di fascette ma ha guidato per quasi 800 chilometri e, con una condotta magistrale, non ha compromesso le sue chance di vittoria.

In generale, entrambe le classifiche vedono i piloti Honda e KTM presenti nella top 10, con i primi tre – Cornejo, Price e Sam Sunderland – concentrati in 6 minuti scarsi, con l’inglese della KTM 4º di giornata dietro al vincitore della Dakar 2020 Ricky Brabec su Honda.

Delusione invece per Xavier de Soultrait, che finora aveva amministrato la gara senza clamore ma con costanza (ieri era 4º a 2’34’’ dal leader), oggi è stato vittima di una caduta, che l'ha costretto al ritiro.
Aumenta, anche se di poco, il gap delle Honda di Benavides e Joan Barreda: mentre lo spagnolo ieri era 6º nella generale a meno di 3 minuti dall’argentino, con il 6º tempo di oggi guadagna una posizione, ma si scivola a 16’05’’ dalla vetta, mentre Benavides ha un ritardo di 12’58’’.

Continuano bene Skyler Howes e Daniel Sanders, entrambi su KTM, presenti nella top 10 di entrambe le classifiche: rispettivamente 9º e 7º di tappa e 7º e 8º assoluti, seguiti da Lorenzo Santolino su Sherco e dalle Husqvarna di Luciano Benavides e Pablo Quintanilla, che quest’anno delude.

Anche Yamaha non sta facendo bene, oggi ha perso Franco Caimi per la rottura del motore al chilometro 282, mentre Adrien Van Beveren, solo 13º di tappa è 14º nella generale con 50’30’’ di ritardo da Cornejo.
A guidare la categoria senza assistenza Original by Motul, invece, non è più l’azzurro Maurizio Gerini, oggi sorpassato da Arunas Gelazninkas. Il pilota Husqvarna, 31º di giornata, occupa ora la 28ª posizione assoluta.
Classifica tappa 8: 1. Cornejo (Honda) 03.08’40’’ - 2. Price (KTM) +1’05’’ - 3. Brabec (Honda) +2’50’’ - 4. Sunderland (KTM) +3’46’’ - 5. K. Benavides (Honda) +5’29’’ - 6. Barreda (Honda) +5’47’’ - 7. Sanders (KTM) +6’29’’ - 8. Walkner (KTM) +6’32’’ - 9. Howes (KTM) +6’53’’ - 10. Bühler (Hero) +7’58’’
Classifica generale dopo tappa 8: 1. Cornejo (Honda) 32.00’11’’ - 2. Price (KTM) +1’06’’ - 3. Sunderland (KTM) +5’57’’ - 4. K. Benavides (Honda) +12’58’’ - 5. Barreda (Honda) +16’05’’ - 6. Brabec (Honda) +17’42’’ - 7. Howes (KTM) +19’20’’ - 8. Sanders (KTM) +22’40’’ - 9. Santolino (Sherco) +26’59’’ - 10. L. Benavides (Husqvarna) +33’26’’

 Logo sito

 Link

In Evidenza

ShareThis

Visite

2248840

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.