-->  Motomondiale 2019: MotoGP= Uno strepitoso Marquez vince su Rins e Vinales, Dovizioso 4° Rossi 6° - Moto2= Domina Baldassarri su Navarro e Fernandez - Moto3= Vince Antonelli su Suzuki e Vietti  Clicca qui per la Guida Servizi e la Circolare Gare FMI del 2019 - Assoluti d'Italia Enduro: Daniel McCanney si aggiudica la quarta prova di stagione - Mondiale Motocross: a Mantova Cairoli fa doppietta e resta leader nel mondiale - Mondiale SBK 2019: la 5^ Prova si conclude con la vittoria di Rea in gara-1 e gara-2 annullata per pioggia - Davide Guerrieri vince della 3^ Prova Under/23-Senior Enduro   <--

Notizie Stampa

Link

Marquez-JerezMarc Marquez domina il GP di Spagna, quarta prova del Mondiale 2019 di MotoGP. Sul tracciato iberico il campione del mondo in carica si esibisce in un assolo sulla Honda davanti alla Suzuki dell’altro spagnolo Alex Rins (+1″654) e alla Yamaha di un redivivo Maverick Vinales (+2″443). La Ducati di Andrea Dovizioso deve accontentarsi del quarto posto a un tiro di schioppo dalla M1 (+2″804), mettendosi alle spalle Danilo Petrucci sull’altra GP19 (+4″748) e un Valentino Rossi sesto (+7″547), che nei giri finali è riuscito a rimediare in parte ad una qualifica negativa. Settimo Franco Morbidelli con la Yamaha Petronas (+8″228), ritirato il francese Fabio Quartararo per un problema tecnico. Jorge Lorenzo con l’altra Honda conclude in undicesima posizione. Con questa vittoria, Marc torna in vetta alla classifica del campionato.

MARQUEZ SUBITO DAVANTI – Pronti, via e Marquez conquista la vetta con decisione, a precedere Morbidelli, il poleman Quartararo, Vinales, Dovizioso, mentre Rossi è 10° e Lorenzo invece solo 15°. Il terzetto di testa formato dal n.93 e dal duo delle Yamaha Petronas va via alla Yamaha ufficiale di Maverick e il “Dovi” è costretto a subire l’attacco di un Rins in grande spolvero sulla Suzuki. Il “Dottore”, da par suo, completa sempre la top-10 alle spalle della Ducati Pramac dell’australiano Miller. Ai -15 l’asso nativo di Cervera rompe gli indugi e sul passo dell’1’38” basso vola via mentre il “Morbido” subisce l’attacco del teammate francese, molto a suo agio sulla M1. In tutto questo la Suzuki del vincitore di Austin procede a grande velocità e in un battibaleno è in lizza per il podio.

IL RITIRO DI QUARTARARO – Marquez in versione “uomo solo al comando” vede dietro di lui scatenarsi un grande Quartararo, tradito però da un problema alla pedana del cambio che lo costringe a dire addio ai sogni di gloria. La battaglia per le restanti posizioni sul podio è accesa. Rins mette in scena tutto il proprio repertorio e si prende la piazza d’onore con autorevolezza mentre Morbidelli è costretto a subire il sorpasso di Vinales e delle Rosse di Dovizioso e di Petrucci. Prova a darsi una scossa Rossi e dalla decima si porta in ottava posizione alle spalle di Crutchlow. Il rendimento delle gomme della Yamaha Petronas del “Morbido” decade e Valentino in due curve si libera della sua compagnia e di Cal, guadagnando il sesto posto.

IL TRIONFO DI MARQUEZ – Da vero dominatore il centauro nativo di Cervera suona la seconda sinfonia stagionale, dopo quella argentina, e bissa il successo del 2018 in Andalusia precedendo un sempre più convincente Rins ed un Vinales molto abile a tenere botta agli attacchi di un Dovizioso che anche stavolta non trova il podio a Jerez. Rossi conclude sesto davanti a Morbidelli mentre Lorenzo conclude 12°. Il Mondiale resta aperto: Marquez comanda con 70 punti, appena una lunghezza di vantaggio su Rins e tre su Dovizioso. Valentino Rossi è quarto a -9 dalla vetta.

Allegati:
Scarica questo file (Classifica MotoGp Jerez.pdf)Classifica MotoGP[ ]

In Evidenza

ShareThis

Visite

1831675

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.