-->  Motomondiale 2019: MotoGP= Uno strepitoso Marquez vince su Rins e Vinales, Dovizioso 4° Rossi 6° - Moto2= Domina Baldassarri su Navarro e Fernandez - Moto3= Vince Antonelli su Suzuki e Vietti  Clicca qui per la Guida Servizi e la Circolare Gare FMI del 2019 - Assoluti d'Italia Enduro: Daniel McCanney si aggiudica la quarta prova di stagione - Mondiale Motocross: a Mantova Cairoli fa doppietta e resta leader nel mondiale - Mondiale SBK 2019: la 5^ Prova si conclude con la vittoria di Rea in gara-1 e gara-2 annullata per pioggia - Davide Guerrieri vince della 3^ Prova Under/23-Senior Enduro   <--

Notizie Stampa

Link

Rea-ImolaJonathan Rea riesce finalmente ad imporre la sua legge in gara-1 del GP d’Italia di Superbike sul circuito di Imola. Il campionissimo classe 1987 spezza il dominio di Alvaro Bautista dopo undici prove e conquista la settantaduesima vittoria della sua carriera, riportando la sua Kawasaki ZX-10RR sul gradino più alto del podio per la prima volta dall’ultimo appuntamento della scorsa stagione. Si era ipotizzato che questo potesse essere il weekend perfetto per lui, visto che lo spagnolo non aveva mai girato qui ad eccezione di un paio di sessioni di test privati, ed infatti il leader del mondiale è parso in tutto il weekend molto meno sicuro del solito.

Il campione della Kawasaki passa subito in curva 3 del primo giro il poleman di ieri, Chaz Davies, ma il gallese è subito protagonista in negativo per un problema tecnico che lo costringe al ritiro. Un vero peccato per il compagno di squadra di Bautista che intravedeva la possibilità in questo weekend di battere per la prima volta il fenomeno spagnolo e dovrà rimandare le sue speranze alla giornata di domani. L’iberico si lancia quindi personalmente all’inseguimento del quattro volte campione del mondo ma il ritmo imposto da Rea è stato davvero insostenibile fin dai primi metri di questa gara-1.

Dietro grande partenza di Tom Sykes con al BMW S 1000, che passa tutta la prima parte di gara in solitaria al terzo posto, fino a che un problema elettrico alla frizione costringe anche lui ad abbandonare le speranze di podio. La battaglia per il podio si sposta così tra le due Yamaha R1 di Michael Van der Mark e Alex Lowes, Leon Haslam (Kawasaki) e lo scintillante turco Toprak Razgatlioglu che fa volare la sua Ninja del Team Puccetti. Il numero 22 della Yamaha però alza il ritmo a metà gara per via delle precarie condizioni fisiche che ne limitano le performance e finisce a duellare per la sesta piazza col padrone di casa Marco Melandri (Yamaha R1).

Ratzagatlioglu completa la giornata trionfale del team con sede a Minato portandosi a casa la terza posizione dopo una spettacolare serie di sorpassi con l’olandese della R1, che resiste però nel finale agli ultimi attacchi di Haslam. Buono l’esordio di Lorenzo Zanetti (Motocorsa) che chiude in nona posizione dopo una lotta prolungata con Michael Ruben Rinaldi (Panigale V4 R), ottimo ottavo.

Nonostante la vittoria Rea resta a 48 punti di distanza dall’imprendibile Bautista, 208 punti per il centauro Kawasaki contro i 256 del leader. Van der Mark si porta a 128 punti, avvicinandosi al compagno Lowes ora distante solamente sette lunghezze. Resta al palo, ovviamente Chaz Davies che però dovrebbe tornare assoluto protagonista nella giornata di domani.

Allegati:
Scarica questo file (Classifica Gara1-5^ Prova.pdf)Classifica Gara1[ ]

In Evidenza

ShareThis

Visite

1831626

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.