-->  Motomondiale 2019: MotoGP= Uno strepitoso Marquez vince su Rins e Vinales, Dovizioso 4° Rossi 6° - Moto2= Domina Baldassarri su Navarro e Fernandez - Moto3= Vince Antonelli su Suzuki e Vietti  Clicca qui per la Guida Servizi e la Circolare Gare FMI del 2019 - Assoluti d'Italia Enduro: Daniel McCanney si aggiudica la quarta prova di stagione - Mondiale Motocross: a Mantova Cairoli fa doppietta e resta leader nel mondiale - Mondiale SBK 2019: la 5^ Prova si conclude con la vittoria di Rea in gara-1 e gara-2 annullata per pioggia - Davide Guerrieri vince della 3^ Prova Under/23-Senior Enduro   <--

Notizie Stampa

Link

Cairoli-MantovaTony Cairoli (KTM) impone la sua legge anche in gara-2 del GP di Lombardia a Mantova, quinto appuntamento del Mondiale MXGP 2019, portandosi a dieci successi stagionali. C’era trepidazione per la risposta attesa dalla Honda di Tim Gajser dopo il brutto errore in partenza di gara-1 che gli è costato il decimo posto finale e quattordici punti persi sul siciliano in classifica, ma lo sloveno è sembrato qui al Tazio Nuvolari davvero l’ombra del velocissimo rider che ha messo in seria difficoltà Cairoli nei primi quattro appuntamenti del Mondiale, soffrendo probabilmente le condizioni fangose della pista.

Cairoli parte forte anche in gara-2 e si crea immediatamente del gap sul sempre più sorprendente ventinovenne della Yamaha Gautier Paulin, Gajser è invece forse troppo prudente e chiude la prima tornata solamente in settima piazza. Brian Bogers (Honda) si inventa una grande partenza, mettendosi all’inseguimento dell’italiano e battagliando con il francese e Pauls Jonass per le posizioni di vertice. Non sembra brillantissimo lo sloveno che attende parecchio prima di effettuare il primo sorpasso della sua corsa e in generale la gara si rivela alquanto statica e con pochi scossoni in termini di posizioni: Cairoli davanti a dettare il passo e dietro un gruppetto di piloti in formazione singola, senza particolari duelli.

Ci ha provato fino in fondo Jonass a ricucire sul classe 1996 olandese ma non c’è stato davvero nulla da fare; la corsa è finita con le stesse posizioni in cui i piloti si sono trovati dopo pochi giri, con Cairoli che si è imposto in assoluta tranquillità con 7.0 su Bogers, 11.3 su Jonass e 15,7 su Paulin. Gajser, sesto, si arrende anche a Glenn Coldenhoff (Honda) nonostante dei furiosi ultimi giri nel tentativo di recuperare l’ennesimo errore del weekend.

L’inglese della KTM Max Anstie, dopo aver ben figurato in gara-1, si è ritirato in seguito di una caduta al primo giro, così come Ivo Monticelli (KTM) che fa quindi registrare un pesante doppio zero di tappa. Male anche Jeremy Van Horeebeck (Honda).

La classifica mondiale vede Cairoli spiccare il volo verso il decimo titolo grazie alla doppia vittoria e i problemi di Gajser, 241 punti dell’italiano contro i 201 del rivale. Paulin difende egregiamente la sua terza posizione portandosi a 175 ed allungando pesantemente su Arminas Jasikonis (146), solo quindicesimo in questa seconda manche.

I motori della Motocross resteranno spenti per molto poco, perchè già settimana prossima si scenderà in pista in occasione del GP del Portogallo sul Crossdromo Internacional de Águeda.

In Evidenza

ShareThis

Visite

1831635

Seguici su Facebook

Copyright © 2013. All Rights Reserved.